L’intelligenza artificiale e le opportunità di investimento ad essa legate

Foto dell'autore
Scritto da Luca Petrone

Nel seguente articolo discuteremo di investimenti e di intelligenze artificiali. Negli ultimi due anni il settore dell’intelligenza artificiale è cresciuto a dismisura, e sempre più aziende sfruttano i chatbot in questione per migliorare la propria crescita. Di seguito, oltre a parlare in generale delle intelligenze artificiali e del mondo della “borsa” ad esso legato, presenteremo ai  lettori anche alcune delle azioni migliori in cui investire per ottenere degli introiti.

L’intelligenza artificiale e la borsa mondiale

L’interesse per l’intelligenza artificiale ha registrato un notevole incremento a partire dal novembre del 2022, quando OpenAI ha introdotto ChatGPT, un chatbot in grado di condurre conversazioni utilizzando il linguaggio naturale.

Va però ricordate che l’AI, detta all’inglese, non rappresenta una novità recente, ma piuttosto una disciplina che ha attraversato fasi di crescita e di stagnazione sin dagli anni ’50. Si pensi infatti che il termine “intelligenza artificiale” è stato coniato nel 1955 da John McCarthy, professore presso l’Università di Stanford, per descrivere il campo della scienza e dell’ingegneria dedicato a rendere le macchine intelligenti.

Da allora, sono stati compiuti progressi significativi nell’ambito dell’AI, con molte applicazioni che spaziano dalla robotica alla medicina, dall’automazione industriale alla guida autonoma. Gli analisti di tutto il mondo prevedono che le innovazioni nell’AI potrebbero avere un impatto significativo sull’economia globale, con un potenziale aumento del PIL fino al 14% entro il 2030. Ciò rende l’intelligenza artificiale una delle maggiori opportunità commerciali nell’attuale economia in continua evoluzione, promettendo benefici economici e sociali significativi per le aziende e le società di tutto il mondo.

unione tra uomo e macchina simbolo dell'intelligenza artificiale
unione tra uomo e macchina simbolo dell’intelligenza artificiale-cottonbro studio-pexels.com

Gli investimenti legati all’intelligenza artificiale

L’intelligenza artificiale (AI) è al momento una delle tendenze più rilevanti nel panorama degli investimenti, vista come una tecnologia rivoluzionaria con un considerevole potenziale di crescita. L’opportunità di investire nell’AI oggi può essere paragonata alla decisione che gli investitori statunitensi affrontarono alla fine del XIX secolo durante la forte crescita del settore ferroviario.

Gli investitori ai tempi si trovarono di fronte alla scelta di investire direttamente nelle ferrovie stesse o in società correlate. Sebbene possa sembrare più semplice, investire direttamente in società interamente dedicate all’AI può risultare complicato, poiché sono poche e non tutte sono quotate in borsa. Di conseguenza, molti investitori stanno esplorando alternative di investimento, come investire in società e fondi che traggono vantaggio dall’utilizzo dell’AI.

L’obiettivo principale delle applicazioni di AI è quello di risolvere problemi in modo più rapido e automatizzare compiti che tradizionalmente richiedevano l’intervento umano. Questa prospettiva di investimento offre un’opportunità di partecipazione al crescente settore dell’AI, consentendo agli investitori di trarre vantaggio dalle innovazioni tecnologiche e dai cambiamenti nel modo in cui le aziende operano e competono sul mercato.

In definitiva, investire nell’AI rappresenta una strategia potenzialmente redditizia per coloro che cercano opportunità di crescita nel contesto dell’economia digitale in rapida evoluzione. Non a caso le azioni consigliate dagli analisti sono quelle che riguardano aziende che producono pc, o comunque in generale tecnologia informatica, come Dell, Super Macro Computer, Hewlett Packard, tutte imprese che traggono vantaggio dalle innovazioni apportate proprio dall’intelligenza artificiale.