Ecco alcuni utilissimi consigli per “allungare” la vita dei vostri smartphone

Foto dell'autore
Scritto da Luca Petrone

La pratica diffusa di sostituire gli smartphone ogni due anni è uno dei motivi principali per cui miliardi di telefoni finiscono nelle discariche ogni anno. Se impilati uno sopra l’altro, la pila di telefoni supererebbe addirittura l’orbita della Stazione Spaziale Internazionale. Proprio per evitare lo spreco, non solo economico, ma anche legato alle risorse naturali, in questo articolo presenteremo ai lettori alcuni consigli molto interessanti per allungare la “vita” del vostro cellulare. Inoltre, evitare sprechi, evitare di smaltire questi oggetti in maniera non corretta, migliora anche la salute del nostro pianeta. Proseguiamo dunque con i consigli di seguito.

Le custodie possono essere fondamentali, come gestire la memoria dei propri dispositivi

Utilizzare una custodia aggiuntiva può notevolmente aumentare le probabilità che il telefono sopravviva a una caduta. Nella vasta gamma di opzioni disponibili, alcuni modelli si distinguono per la loro efficacia e affidabilità. L’investimento in una custodia di qualità può rivelarsi estremamente vantaggioso nel lungo periodo, preservando l’integrità del dispositivo e riducendo il rischio di dover affrontare costosi interventi di riparazione o, peggio ancora, dover sostituire l’intero telefono.

Quando si tratta di ottimizzare le prestazioni del tuo telefono e renderlo più veloce, il focus principale è liberare invece lo spazio di archiviazione. Il sistema operativo del tuo dispositivo probabilmente offre suggerimenti per liberare spazio, come il download automatico delle app inutilizzate o l’eliminazione dei vecchi messaggi.

Puoi anche intervenire manualmente eliminando le app che non usi più. Inoltre, è importante valutare le foto e i video archiviati localmente e decidere se archiviarli su cloud o trasferirli su un computer o un dispositivo di backup esterno. Anche la musica e i film scaricati per l’uso offline possono occupare spazio prezioso, quindi considera di eliminarli se non ne hai bisogno costantemente.

È una buona prassi mantenere lo spazio di archiviazione intorno all’80% della capacità massima per garantire prestazioni ottimali. Dopo aver eliminato e trasferito i file non necessari, riavvia il telefono per consentire al sistema di liberare la memoria temporanea e migliorare le prestazioni complessive.

Ragazza che utilizza il proprio telefono
Ragazza che utilizza il proprio telefono-George Dolgikh-pexels.com

Ecco come prendersi cura della batteria

Considerando che la batteria di un telefono è spesso il primo componente a mostrare segni di invecchiamento, è importante adottare pratiche che ne prolunghino la durata. Le batterie agli ioni di litio, comunemente utilizzate nei telefoni, non reagiscono bene al calore e pertanto è consigliabile evitare di caricarle quando la temperatura ambiente supera i 35 gradi. Il surriscaldamento potrebbe compromettere rapidamente la batteria e persino causarne il malfunzionamento. Al contrario, le batterie agli ioni di litio sopportano meglio temperature più basse, ma possono diventare meno efficienti quando esposte a freddo estremo.

Le batterie agli ioni di litio tendono a durare più a lungo se trascorrono meno tempo completamente cariche o completamente scariche. È per questo che le funzionalità di ottimizzazione della batteria presenti su alcuni dispositivi, come gli iPhone e i telefoni Pixel, ritardano la ricarica completa durante la notte fino a circa un’ora prima del momento in cui si prevede di utilizzare il telefono. Anche se a volte è necessario ricaricare rapidamente la batteria, utilizzare un metodo di ricarica più lento quando la velocità non è essenziale ridurrà lo stress sui componenti ionici e contribuirà a prolungare la durata complessiva della batteria.